Animp - Associazione Nazionale Impiantistica Industriale Animp - Associazione Nazionale Impiantistica Industriale

MAIRE TECNIMONT S.P.A.MAIRE TECNIMONT S.P.A.

Principali attività

Maire Tecnimont è un Gruppo industriale multinazionale con un DNA altamente
tecnologico.
È leader mondiale nell’ambito dell’ingegneria impiantistica, principalmente nel settore
degli idrocarburi (petrolchimico, fertilizzanti, oil & gas refining). Inoltre il Gruppo
contribuisce alla trasformazione delle risorse naturali in prodotti innovativi, puntando
ad un nuovo paradigma di crescita fatto di energie rinnovabili e green chemistry.
Con ricavi pari a € 2,7 miliardi e un portafoglio ordini di € 7,3 miliardi (dati al 30
settembre 2018), la costante crescita del Gruppo in termini di dimensioni e risultati
rappresenta una creazione di valore in tutto il mondo, grazie a più di 8.500 tra
dipendenti e professionisti in oltre 40 paesi attraverso 50 società operative. Maire
Tecnimont S.p.A. è quotata alla Borsa di Milano dal 2007.
Il Gruppo opera attraverso diverse società controllate, tra cui: Tecnimont, la principale
delle società operative, è un EPC contractor leader nella realizzazione di progetti
complessi, chiavi in mano, in tutto il mondo nei settori Oil & Gas, Petrolchimico,
Fertilizzanti con competenze consolidate nel Power; KT- Kinetics Technology,
specializzata nell’ingegneria di processo per il settore Oil & Gas; Stamicarbon, centro
del Gruppo per l’attività di licensing e innovazione tecnologica nel settore dei fertilizzanti
(urea); NextChem, società dedicata al progetto di Green Acceleration del Gruppo, che
opera nel campo della chimica verde e delle tecnologie a supporto della transizione
energetica.
Maire Tecnimont ha maturato nel tempo significativi track record nella progettazione e
realizzazione di progetti complessi lump sum in differenti paesi e contesti nel mondo.
Il sistema di gestione HSE del Gruppo, accompagnato da una diffusa cultura della
sicurezza, ha consentito di raggiungere notevoli performance di sicurezza, al di sopra
degli standard internazionali.
Il Gruppo monitora le performance nei cantieri tramite la registrazione di diversi
indicatori tra i quali i più importanti sono:
• Lost Time Injury Frequency (LTIF) - il numero di infortuni (Fatalities e Lost Work
Day Cases) diviso le ore lavorate nell’anno per 1 milione;
• Total Recordable Injury Rate (TRIR) - il numero totale di infortuni registrabili diviso
le ore lavorate nell’anno per 1 milione, che considera non solo le Fatalities e i Lost
Work Day Cases, ma anche i Restricted Work Day Cases e i Medical Treatments;
• Grazie al nostro continuo impegno in materia HSE, nel 2017, per la business unit
Technology, Engineering and Construction (MET E&C) abbiamo registrato un Lost
Time Injury Frequency (LTIF) pari a 0,046 e un Total Recordable Injury Rate (TRIR)
pari a 0,150.
I valori e i trend registrati sono comparati con benchmark internazionali come quelli
dell’IOGP (International Association of Oil & Gas Producers) e mostrano nel 2017 un
valore LTIF, rispetto all’indicatore di benchmark dell’IOGP, notevolmente positivo e 3,4
volte migliore, evidenziando in questo modo il grande sforzo attuato dal Gruppo nella
gestione della sicurezza di tutte le maestranze e gli stakeholder presenti nei nostri
cantieri.
L’HSE Management System delle principali società operative del Gruppo è certificato
da organizzazioni esterne, in linea con gli standard ISO 14001 per la salvaguardia
dell’ambiente e con l’ OHSAS 18001 nell’ambito della salute e sicurezza sul lavoro.
Leadership di Gruppo
• Quota di mercato del 30% nelle poliolefine (n.1 mondiale) per capacità installata
negli ultimi sei anni, di cui un 40% in LDPE
• Quota di mercato del 54% (n.1 mondiale) nel licensing di impianti urea, e una
quota di mercato del 34% (n.2 in tutto il mondo), nel licensing per impianti di
granulazione dell’urea
• Player internazionale riconosciuto nel licensing di tecnologia dell’idrogeno, con
capacità fino a 188.000 Nm3/h per singolo treno e di tecnologia per gli impianti di
recupero zolfo e trattamento gas di coda, con capacità fino a 1.800 t/g per singolo
treno.
• Il più grande progetto LSTK, mai acquisito, come unico contractor, in Abu Dhabi
(EAU), per un valore pari a 2,25 miliardi di dollari.

Entra a far parte di una rete capace di connettere persone, competenze, realtà imprenditoriali e di studio nel campo dell'ingegneria industriale per avere una visione strategica di sviluppo del settore